23 Ottobre 2020
News
percorso: Home > News > NEWS GENERICHE

Mondiali di Shanghai: Fede e Fabio immensi

27-07-2011 23:28 - NEWS GENERICHE
Pellegrini vince i 200 sl in 1´55"58 ed entra nella leggenda. Heemskerk detonata dalle sue ambizioni. Scozzoli d´argento nei 50 rana col record italiano di 27"17. Si gonfia il medagliere degli Azzurri: 2 ori, 3 argenti, 2 bronzi

SHANGHAI - Ancora loro. Immensi. Federica Pellegrini e Fabio Scozzoli rendono memorabile la quarta giornata delle gare di nuoto alla 14esima edizione dei campionati mondiali, in svolgimento a Shanghai. La divina vince i 200 stile libero in 1´55"58, diventando la prima atleta della storia a vincere i 200 e 400 stile libero in due edizioni iridate consecutive. Scozzoli è dargento nei 50 rana con il record italiano di 27"17. Luca Dotto, esordiente ai Mondiali, giovedì parteciperà alla finale dei 100 stile libero col settimo tempo di ingresso di 48"44, eliminato Filippo Magnini per un errore in virata: è undicesimo in 48"50 con 4/100 di troppo. Il medagliere azzurro si gonfia: i 2 ori di Fede nei 400 e 200 stile libero; 3 argenti, i 2 di Scozzoli nei 100 e 50 rana e quello di Martina Grimaldi nella 10 chilometri; 2 bronzi, quelli di Tania Cagnotto dal trampolino 1 metro e di Alice Franco nella 25 chilomeri.

FEDERICA PELLEGRINI NELLA LEGGENDA. Le mancava vincere i 200 e 400 stile libero in due campionati mondiali consecutivi per scrivere la storia del nuoto internazionale, per entrare nella leggenda. Lei non aveva dubbi. Noi sì. Eravamo preoccupati, per la prima volta dal 2008, da quando ha cominciato a vincere i 200 stile libero e non ha smesso più. Confidavamo nelle immense, sconfinate risorse di Federica Pellegrini, ma avevamo visto anche l´olandese Femke Heemskerk vincere le semifinali in 1´55"54 (26"90, 28"66, 29"71, 30"27), 88/100 in meno di Federica.
Caratteristiche da centista, bronzo ai recenti campionati europei di Budapest e oro con la staffetta olandese alle Olimpiadi di Pechino e qui, a Shanghai, Heemskerk spariglia le sicurezze di noi profani, ma non della divina. Perché i 200 stile libero sono la sua gara; ne conosce i segreti e le insidie; l´han fatta improvvisamente diventare una fuoriclasse con l´argento alle Olimpiadi di Atene 2004, piangere con l´argento ai Mondiali di Montreal 2005; le han regalato il primo di record mondiale della carriera nelle semifinali ai Mondiali di Melbourne 2007 chiusi col bronzo e aperto le porte dell´Olimpico a Pechino 2008; l´han resa campionessa del mondo a Roma 2009 e stavano per renderla leggenda a Shanghai.
Federica Pellegrini studia le semifinali con Philippe Lucas, traccia le linee guida, i passaggi, sa che non dovrà inseguire l´olandese perché rschierebbe di scoppiare, sa che dovrà avere pazienza, sa che è lei la numero uno, quella da battere, capace di vincere a Roma che con il record mondiale gommato di 1´52"98 che chissà quanti anni durerà; che detiene quello in tessuto in 1´55"45 (27"88, 29"28, 29"26, 29"03), oro agli Europei di Budapest quando era allenata dal tecnico federale Stefano Morini.
Scoccano le 18.32 locali. Il momento della verità. Federica appare concentrata e determinata all´ingresso da star in piscina. Lo sparo dà il via. Heemskerk passa al primo intermedio in testa in 26"63; Pellegrini è settima in 27"62. Ai 100 metri l´olandese è ancora prima in 55"61 (28"98) con l´azzurra che risale in quinta posizione in 57"04 (29"42). Ai 150 metri continua l´incedere di Heemskerk in 1´25"51 (29"90), ma Federica è terza a 67/100 (29"14) e mette le gambe. Sale, sempre di più, mentre l´olandese si pianta. A 20 metri dall´arrivo la supera e chiude in 1´55"58 con l´ultima vasca da 29"14. Heemskerk implode: settima in 1´57"63 con ultimi 50 da 32"12, quasi tre secondi in meno. Detonata dalle sue stesse ambizioni.
Dopo Federica Pellegrini ci sono l´australiana Kylie Palmer in 1´56"04 (27"58, 57"11, 1´26"64) e la francesce Camille Muffat, già bronzo nei 400, in 1´56"10 (27"63, 57"10, 1´26"38).
La divina compie un capolavaro e non lo nasconde. Sa di essere la più grande di tutti i tempi; non lo dice lei, ma la storia dei 200 e 400 stile libero. "Sono molto orgogliosa di essere la prima atleta ad aver vinto i 200 e 400 stile libero in due edizioni consecutive dei mondiali - racconta la 23enne veneziana di Spinea, tesserata per il CC Aniene, autrice del grande slam tra il 2008 e il 2010 e di sei record mondiali della distanza in vasca olimpica - Aver nuotato le semifinali nella stessa batteria di Femke è stato un bene; lei si è scoperta e io ho potuto studiarla e prepararmi alla sfida. Sapevo che sarebbe passata forte e che non avrei dovuto seguirla, così come sapevo che con una gara regolare l´avrei ripresa nell´ultima vasca. Alla fine mi ha visto arrivare ed ha spinto così tanto da esplodere. Sono contenta anche perché ho ricevuto una nuova conferma: è la prima volta che vinco una gara in rimonta, passando dal settimo al primo posto con un graduale miglioramento". Determinante l´apporto di Lucas. "Abbiamo lavorato bene. Mi ha trasmesso tranquillità, sicurezza e preparato bene, ma l´unico punto fermo del mio futuro sarà il centro federale di Verona". Come per i 400, anche i 200 stile libero meritano una dedica particolare. "Per quegli scapestrati della 4x100 stile libero che mi hanno invitato a fare le corna se avessi vinto. Promesso e fatto". La prossima gara di Pellegrini sarà la staffetta 4x200. "Preferisco la staffetta agli 800 stile libero. In molti pensano sia un errore, credono che potrei nuotare per il bronzo, ma io non la sento ancora mia come gara e preferisco mettermi in discussione con le mie compagne sapendo che possiamo staccare il pass olimpico". Ora anche donna squadra. "Federica è stata bravissima - racconta il tecnico Lucas - La nostra intesa è cresciuta giorno dopo giorno. Non è stato difficile allenarla. E´ un´atleta che lavora duro e segue le indicazioni. Per rendere al top Federica deve sentirsi protetta, stimata e bisogna trasmetterle fiducia. Dal ritiro di Canton è sempre stata serena, distesa. Il suo stato d´animo ha certamente contribuito a farla esprimere al massimo. Sapevamo che sarebbe stata una gara molto difficile, non solo muscolare e di tecnica, ma anche molto tattica. Siamo stati bravi a prevedere come sarebbe andata e lei è stata straordinaria".



Fonte: S.R. - FEDERNUOTO WEBSITE



Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio


Eventi
[<<] [Ottobre 2020] [>>]
LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 
Carta Etica dello Sport
Foto gallery
PRESENTAZIONE SQUADRE AGONISTICHE (NUOTO&PALLANUOTO) 2018/2019
Agonismo Nuoto & Pallanuoto
[]
Foto di Patrick Donati

Sezione in aggiornamento.
PRESENTAZIONE SQUADRE AGONISTICHE (NUOTO & PALLANUOTO) 2015/2016
Agonismo Nuoto & Pallanuoto
[]
FOTO DI PATRICK DONATI E GHIGO ERCOLINI
ONE DAY CON GIOVANNI FRANCESCHI - APRILE 2010
Agonismo Nuoto
[]
STAGE ALLA PISCINA MARCHINO BALESTRI
EUROPEI 2012: FESTA CON I VOLONTARI DELLA SOCIETA´ NUOTO PIOMBINO
Agonismo Nuoto
[]
GIORNATA DI SALUTI E RINGRAZIAMENTI DEDICATA A TUTTI I GIOVANI VOLONTARI DELLA SOCIETA´ NUOTO PIOMBINO CHE, CON IL LORO IMPEGNO, HANNO CONTRIBUITO ...
Allenamento in Palestra
Agonismo Pallanuoto
[]
Il grande Andrea alle prese con i pesi
Alcuni momenti di Allenamento
Corsi Nuoto Vasca Piccola
Scuola Nuoto
[]
Claudia al lavoro
Alcuni momenti di allegra confusione.... ma si stà imparando !!!
FACEBOOK & TWITTER
CHE TEMPO FA?
statistiche
totale visite
361026

sei il visitatore numero
26227

utenti online
0


Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio